ITS Italia.
"La saggezza è figlia dell'esperienza"

BOCCOLE RULLATE IN BRONZO DJA MOND

Le boccole di questo tipo sono completamente di bronzo e particolarmente indicate per le applicazioni che necessitano di una rilubrificazione in quanto operanti in ambienti sporchi. La superficie di strisciamento presenta alveoli che contribuiscono a migliorare la lubrificazione. Le boccole rullate si distinguono soprattutto per la loro parete sottile ed è grazie a questa caratteristica che a parità di diametro dell’albero e di sollecitazioni, l’ingombro è inferiore a quello di una boccola tornita o di un cuscinetto.  La loro superficie interna può essere fornita con tasche a forma di rombo (losanga) o con foro passante ( per aumentarne la riserva di grasso)

• ingombro minimo

• risparmio di peso rispetto alle boccole tornite o ai cuscinetti

• impiego minimo di materiale

• capacità massima di carico

• dato che le boccole si ottengono da nastri è molto semplice averle provviste di alveoli

• si possono ottenere ragnature

• manutenzione facile

• intervalli di lubrificazione più lunghi

• la versione con colletto assorbe sia le spinte assiali che radiali

• Maggiore leggerezza d 'insieme

•Facile applicazione e montaggio.

È un bronzo allo stagno (CuSn8) con eccellenti caratteristiche di scorrimento. Questo materiale è particolarmente adatto quando occorre assicurare alta resistenza all’usura, alla grippatura, alle alte temperature, alla corrosione e un alto limite di fatica. La superficie di strisciamento è ottenuta per lavorazione meccanica e munita di rientranze romboidali (PBC..AR) o con fori passanti (PBC..FP) che permettono una maggior capacità di accumulare lubrificante o a rientranze romboidali riempite di lubrificante solido (PBC..ARG).

Le boccole rullate in bronzo vanno sempre lubrificate, in tal modo non vengono solo migliorate le caratteristiche di scorrimento ma anche ottenuti i seguenti vantaggi:

• lunga durata

• protezione contro la corrosione dell’albero

• tenuta contro polvere e corpi estranei. Già durante la progettazione bisogna prevedere la possibilità di lubrificazione e nel caso di grasso, va anche previsto il ripristino periodico. Se le sollecitazioni non sono estreme, è sufficiente prevedere delle boccole con alveoli romboidali, non sono indispensabili delle ragnature e si può utilizzare del grasso come lubrificante. Nel caso in cui si utilizzi dell’olio come lubrificante, si impiegano boccole con superficie liscia, con ragnatura o con alveoli a calotta.

Sono ideali per macchinari che operano in presenza di impurità, di urti e/o di vibrazioni come per esempio: macchine agricole, impianti di sollevamento, macchine edili, ecc.

La boccola va montata in una sede con tolleranza H7 o inferiore e con uno smusso di 15° (45° per boccole flangiate) per facilitare il montaggio. Una volta in sede la zona di giunzione deve essere opposta alla direzione del carico: il diametro interno della boccola assumerà la tolleranza H9. Gli alberi devono avere una durezza possibilmente superiore a 50 HRC, una rugosità compresa tra 0,4 e 0,8 µm ed una tolleranza tra e7 e f7.

Scarica il catalogo

Per avere altre informazioni contattaci. Siamo pronti ad offrirti consigli e una consulenza personalizzata per darti il meglio.

Contatti